Un’opera d’arte in ceramica contemporanea multimediale: Nicola Boccini al National Museum di Danzica.

Il 2 dicembre 2017 alle ore 18, presso il National Museum di Danzica, dipartimento di Arte Antica, Polonia, è stato presentato in anteprima internazionale, il Giudizio Universale dell’artista derutese Nicola Boccini, un’opera d’arte in ceramica contemporanea multimediale.

L’opera formata da pannelli di porcellana è inspirata al celebre dipinto di Hans Memling del 1467 e conservato proprio al Museo.

1024px-Memling,_giudizio_universale_01

L’artista ha costruito una versione contemporanea del Giudizio Universale, mantenendo nel contempo il contenuto della pittura, l’iconografia e il simbolismo. I pannelli compongono un quadro con frammenti e simboli del dipinto di Memling, elementi visivi sono proiettati in diverse sequenze di immagini.

Usando tecnologie, materiali contemporanei e interattivi, i visitatori, con i loro gesti parole e immagini, diventeranno in tempo reale, parte del Giudizio Universale. L’artista reinterpreta l’opera del XV secolo, calandolo nel contesto e nei problemi sociali attuali, come razzismo, terrorismo, xenofobia o conflitti di immigrazione.

I pannelli di forma esagonale sono realizzati in Bone China (un tipo particolare di porcellana) con la tecnica del colaggio su stampi in gesso. La tecnica usata è “Porcelain Veins” ovvero filo di rame inserito nei 3 mm di spessore del Bone China quando l’argilla è ancora umida. Il filo di rame all’interno del Bone China si fonde durante la cottura e i suoi vapori lasciano righe verdi.

IMG_0839

Tutti e 22 pannelli sono stati creati a mano ed hanno avuto 3 cotture per completare il ciclo, solo una cottura è stata fatta 1320°C. In questa procedura, Boccini ha anche dimostrato una sua teoria, quando il Bone China viene cotto ad altissima temperatura, prima si contrae (restringe) e poi si espande (aumenta). Questa procedura a creato pannelli di spessore di circa 2 mm e perfettamente traslucidi.

nicola

L’opera finanziata dal Ministero della Cultura e del Patrimonio Nazionale polacco, sarà presentata il 2 dicembre con un evento convegno intitolato “Hans Memling’s Last Judgement. One of the 100 most important antique art paintings” con l’obiettivo di diffondere la parola e la conoscenza di questo capolavoro. Dall’inizio del 2017, infatti, a Danzica si sono svolti molti progetti culturali dedicati alla pittura di Memling.

IMG_0843

Per parlare dei grandi temi del dipinto e sull’importanza di una reinterpretazione contemporanea, saranno presenti, oltre al Direttore del Museo Wojciech Bonislawski anche le curatrici italiane del catalogo che verrà realizzato nel 2018: Claudia Casali, Direttore del Museo della Ceramica di Faenza, Gisella Gellini, docente del corso di Light Art e design della luce al Politecnico di Milano e Claudia Bottini storica dell’arte umbra specializzata in Light Art. Inoltre sarà presente Michele Toniaccini, Sindaco di Deruta, la città della ceramica e dell’artigianato artistico, città natale di Nicola Boccini.

Questo slideshow richiede JavaScript.

L’evento ha ricevuto il patrocinio della Regione Umbria, della Provincia di Perugia, del Comune di Perugia, del Comune di Deruta e dell’Accademia di Belle Arti di Perugia “Pietro Vannucci”.

Testo e foto gentile concessione Claudia Bottini.

 


Contemporary Italian Ceramic – CiC è il primo blog di ceramica diffuso, con uno sguardo alle tradizioni ma sopratutto alle nuove correnti artistiche del panorama Italiano e non. www.contemporaryitalianceramic.com

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...