Al MIDeC – Museo Internazionale del Design Ceramico due appuntamenti da non perdere: E’ SEMPRE L’ORA DEL TÈ e SAMUELE BONOMI.

Al MIDeC – Museo Internazionale del Design Ceramico: E’ SEMPRE L’ORA DEL TÈ
“E’ sempre l’ora del tè, e negli intervalli non abbiamo il tempo di lavare le tazze – rispose il Capellaio.”
Alice nel Paese delle Meraviglie, Lewis Carroll
“C’era una volta una teiera, orgogliosa, orgogliosa della sua porcellana, del suo lungo beccuccio, del suo largo manico”
La Teiera, Hans Christian Andersen

Il tè, la bevanda degli dei… il rito pubblico o privato della pausa, del raccoglimento e della bellezza.
Il mistero della bevanda in tazza che contiene in sé “La saggezza di tutto l’universo” secondo un proverbio Tuareg.

MIDEC bonomi A3

E’ sempre l’ora del tè- progetto e mostra a cura di Lorenza Boisi
Per la prima iniziativa del calendario espositivo 2019, MIDeC presenta un’articolata indagine della cultura del tè, nelle sue diverse accezioni culturali e significati socio-rituali.

56328692_2369106643120970_6072327524472324096_o

La mostra, curata da Lorenza Boisi, raccoglie una selezione di opere ceramiche di cinque autori contemporanei che, in un approccio estremamente libero e sperimentale, avvicinano la tematica del “servizio da tè” o delle sue parti, secondo logiche ed esigenze formali che percorrono trasversalmente il Fare ceramistico, avvicinando il pubblico ad un’esperienza eterogenea di conoscenze, tecniche e stili, comprendendo tradizioni desunte dalla storia occidentale e da quella orientale, attingendo alla qualità di un operato sapiente che si muove dalla tradizione del colaggio, attraverso un uso rinnovato della porcellana, della paper clay, delle terre e del Raku, in una commistione suggestiva di intenti che dipartono dall’uso quotidiano, nel rispetto ergonomico, per giungere ad una dimensione del design di pezzo unico, che infrange la norma dell’usabilità per farsi affermazione liminale e scultorea.

 

501A9637HD

Partecipano alla mostra con opere inedite: Roberto Castellano, Luciana Grazia Menegazzi- M’I Lumina, Alice Reina- BIANCODICHINA, Manifattura Sottosasso di Marco Malavolti e Lorella Morgantini ed Angelo Zilio.
“E’ Sempre l’Ora del Tè” riunisce approcci ceramisitici diversi al servizio da tè ed alla tradizione del tè stesso, all’esperienza del tè, in una digressione eteroclita che dipana, declinandoli, i diversi Fare e sentire della lavorazione ceramica, offrendo una lettura trasversale dell’attitudine e della pratica ceramistica contemporanea tra eccellenze di produzione artigianale della manifattura faentina come Sottosasso di Marco Malavolti e Lorella Morganitini, alla ricerca poetico concettuale di declinazione dell’oggetto e della risoluzione degli smalti di Roberto Castellano, passando per le creazioni sincroniche, eteree e celibi di Alice Reina in porcellana e per le forme disorientanti e para-mimetiche di Luciana Grazia Menegazzi, realizzate in Paper Clay, arrivando alla confessione sacrale dell’oggetto di virtù narrante, in tecnica raku, di Angelo Zilio.

501A9654HD
Accompagnano le creazioni di artisti, designer, ceramisti alcuni servizi storici della produzione locale.

t2

opera di Roberto Castellano

“E’ sempre l’ora del tè” sarà accompagnata da una serie di importanti interventi e conferenze di rilievo culturale inerenti il tè e le sue forme, la sua produzione e la sua divulgazione. Tra i conferenzieri troviamo Valentina Mecchia che, laureata in filosofia estetica, lavora come Tea Expert, Tea Educator e Tea Sommelier, è esperta conoscitrice delle tipologie di tè rari e preziosi e della loro cultura, preparazione e cerimonie, docente in materia di tè e cultura del tè, nonchè membro dell’associazione italiana per la promozione e diffusione della cultura del tè Protea Academy.

501A9710HD
Inoltre, nei mesi di svolgimento della mostra, MIDeC ospiterà alcuni appuntamenti con la ceramista Sarah Dalla Costa- destinati ad adulti e minori, per la realizzazione di un servizio da tè personale, un laboratorio di scrittura creativa di composizione Haiku e legatura semplice giapponese a cura di Barbara Salvioni.

55726373_2365517396813228_5423600481375092736_n

 


Con Samuele Bonomi, MIDeC- Museo Internazionale del Design Ceramico inaugura il progetto focus, un calendario di concentrato sull’operato di emergenti italiani e stranieri, interpreti attuali della pratica ceramistica.

MIDEC bonomi A3

Una sala dedicata ad un unico autore, precisamente una “lente focale” che concentra una riflessione sul lavoro, la ricerca, lo stile e le innovazioni di interessanti figure del panorama ceramistico del Presente.

501A9748HD

Samuele Bonomi, invitato da Lorenza Boisi, offre un estratto della sua produzione recente- vasi globulari e gioielli ceramici che riuniscono, in un profilo di squisita eleganza formale, preziosa fragilità ad un sentimento di misteriosa compostezza, conferendo, come ne disse Matteo Zauli, direttore del Museo Carlo Zauli di Faenza: “… nuovi e profondi significati concettuali ad un oggetto…”.

55887772_2365519696812998_6634479503034810368_n

Il lavoro di Bonomi procede per tesi e destrutturazione, passando per antitesi, arrivando a sintesi: il fuoco, la durezza, la permanenza si arrendono al gesto della “rottura”, l’imperativo opinato di una decisione altamente simbolica, risanato dalla “ricostruzione artistica” che esalta e trasfigura la fisicità dell’oggetto medesimo, nella composizione di materiali diversi, preziosi e “diversamente permanenti”, diversamente transienti.

501A9727HD

L’artista medesimo ci racconta la sua decisione artistica, le sue ragioni e la sua poetica:

Da anni all’interno del mio percorso artistico l’uso del medium ceramico ha affiancato altri materiali diventando sempre più protagonista della mia ricerca. La classica forma sferica dei miei lavori ( vasi-nonvasi), l’elemento che è più presente nella mia produzione, rappresenta un punto neutro, ciò che mi permette di “scrivere” con una serie di interventi fatti di segni, campiture, schiariture attraverso una frenetica e caotica sovrapposizione di gesti e che trova sulla superficie la linea di incontro tra il centro e l’esterno.

27337321_1543338325779632_5258835502119570798_n

La forma sferica si espande dunque da un centro verso l’esterno e nei lavori che presento in questa occasione il punto di equilibrio di tale espansione viene superato ed il pezzo si frantuma, ogni singolo pezzo vive autonomamente la propria contaminazione con l’esterno. Avviene così che ad alcuni dei singoli cocci sia ancora il fuoco ed il fumo (cottura primordiale e carica di emozionalità) ad attribuirne un segno ed un significato mentre altri vengono avvolti e “contaminati” da altri materiali quali il cartone da imballaggio, su cui traspare la memoria della nostra quotidianità, o la foglia metallica, non l’inattaccabile oro ma una più povera lega di metalli, che accoglie di buon grado la contaminazione ossidativa dell’atmosfera e le scalfiture di chi senza timori è intervenuto con il proprio segno, arricchendosi di maggior significato rispetto al nobile metallo.

56474605_2365519603479674_949689119653494784_n

Accade infine un processo inverso, all’espansione succede un ritorno al punto di equilibrio, un ricongiungimento dei molti verso l’unico. L’equilibrio della sfera è quasi riconquistato, l’esperienza di ogni singolo elemento è però ormai presenza indissolubile.

Le crepe, cicatrici che non spariranno più, doneranno il nuovo senso all’unico.

Ora è più prezioso.

Per conoscere le iniziative MIDeC, in collaborazione con la Biblioteca Antonia Pozzi, visitare il sito http://www.midec.org.


Contemporary Italian Ceramic – CiC è il primo blog di ceramica diffuso, con uno sguardo alle tradizioni ma sopratutto alle nuove correnti artistiche del panorama Italiano e non. www.contemporaryitalianceramic.com

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...